Fimosi: può essere consigliabile la circoncisione

La fimosi consiste nel restringimento del prepuzio , che rende impossibile la scopertura completa del glande. La cute che protegge il glande scivola a fatica e il problema si può verificare con il pene in erezione e in casi severi anche quando è flaccido. Le terapie per la fimosi comprendono una terapia medica, che è necessario nei casi in cui è accompagnata da processi infiammatori o infezioni. Può capitare, se il disturbo è lieve, si può curare con la ginnastica da scorrimento. Se è di una questione più severa, si deve ricorrere all’ intervento chirurgico specifico.

Le cure mediche

Le terapie mediche per la patologia della fimosi sono indicate a quei pazienti in cui il disturbo si abbina a infezioni e/o infiammazioni. Si tratta principalmente di trattamenti anti-infettivi, che vengono eseguiti impiegando pomate specifiche, comunemente ad applicazione locale. Esclusivamente in casi più complessi è indicato associare una terapia con medicine antibiotiche orali. La terapia potrà essere integrata da un trattamento anti-infiammatoria con farmaci a base di cortisone.

Quando si ha la fimosi non è fattibile realizzare un’igiene corretta delle parti intime, di conseguenza si può manifestare un prurito al glande, che è sintomo delle irritazioni. Il prurito nell’uomo può segnalare la presenza di infezioni, per questo è opportuno ricorrere al consulto del medico.

Ginnastica per la fimosi

Nei casi di minore severità la condizione  può correggersi in poco tempo allentando progressivamente il prepuzio stenotico attraverso il ricorso alla ginnastica prepuziale. Tale ginnastica consiste nel attuare una leggera tensione ad allargare nel tessuto cutaneo fimotico conservando la posizione tesa per qualche secondo. Questo va ripetuto durante 15 min. avvicendando la tensione a momenti di pausa.

La chirurgia di circoncisione

L’intervento chirurgico per la fimosi consiste nella circoncisione totale o parziale. Nella nella chirurgia completa si rimuove totalmente il tessuto prepuziale . Nel caso della chirurgia parziale si esegue un’asportazione parziale della pelle che copre il glande. La circoncisione è un trattamento definitivo, ma comporta il fatto lasciare il glande totalmente libero. Il paziente dovrà abituarsi alla nuova sensibilità della mucosa del glande.