Estetica vaginale

Con il termine vaginoplastica si definisce l’intervento di chirurgia estetica finalizzato al ringiovanimento e armonizzazione dell’ estetica vaginale. Si tratta di una procedura chirurgica relativamente recente ma di grande efficacia e soddisfazione per le pazienti che sono soggette agli inestetismi vaginali.

La vaginoplastica è in particolare focalizzata al riduzione delle piccole labbra ipertrofiche, alla correzione delle asimmetrie delle stesse, alla riduzione delle adiposità localizzate sul pube eccessivamente prominente e alla riduzione dell’ introito vaginale. Tutti questi inestetismi sono corretti con interventi mirati che riportano l’anatomia intima ad una situazione “normale”.

Oltre a questi interventi di vaginoplastica, c’é anche l’intervento di imenoplastica che ha la finalità di ripristinare l’ imene allo stato iniziale.

Labioplastica

L’ intervento di labioplastica (specifica procedura di vaginoplastica) è in assoluto quello più richiesto ed eseguito. La finalità è quella di correggere le proporzioni e l’armonia delle piccole labbra vaginali. L’ eccessiva dimensione e l’eventuale asimmetria delle piccole labbra possono creare nella paziente uno stato d’insicurezza e di disagio tale da evitare i contatti con il partner e degenerare in uno stato d’ansia e depressione.

Per chi è indicata la labioplastica?

La labioplastica è indicata per le pazienti che si sentono a disagio per l’eccessive dimensioni delle piccole labbra o per la loro asimmetria. Non è indicata per le pazienti che presentano aspettative irrealistiche in merito alla correzione o che assegnano all’ intervento una valenza diversa dalla correzione anatomica.

Riduzione piccole labbra

Labioplastica: Tecnica

La finalità è quella di diminuire e rendere simmetriche le piccole labbra. La maggioranza delle donne ritiene che le piccole labbra debbano essere di dimensioni tali da essere contenute all’ interno delle grandi labbra. Tale argomento deve essere approfondito durante la visita medica affinché il chirurgo estetico e la paziente abbiano un’ aspettativa identica in merito alla forma e dimensione desiderabile.

Questa procedura vaginale viene eseguita – spesso con moderne tecniche di chirurgia laser – in regime di day surgery (non è necessario il ricovero). La paziente viene ricoverata alla mattina presto, operata e dimessa a fine giornata. La tecnica prevede labioplastica anestesia locale (infiltrazioni di anestetico direttamente nella zona) e una sedazione leggera per rilassare la paziente.

Ci sono diverse tecniche impiegate per modellare la forma e dimensione delle piccole labbra. La più comune è quella dell’ incisione dei bordi e la sutura dei lembi. Altre prevedono invece delle incisioni a “V” e altre ancora delle incisioni alla base.

Il risultato di questo intervento è di solito molto soddisfacente e le pazienti dichiarano di sentirsi più a loro agio dopo la guarigione.

Fonte: www.pallaoro.it/chirurgia_estetica/chirurgia-estetica-vagina/vaginoplastica.htm

Labioplastica e vaginoplastica: Costi

La vaginoplastica è un intervento minore di chirurgia estetica ed ha costi che sono variabili in funzione dello specifico intervento richiesto. Il costo preciso viene stabilito durante la visita medica ma può essere indicativamente tra 1000 – 2000 euro. Spesso la procedura viene combinata con altri interventi di chirurgia estetica come ad esempio la liposuzione delle cosce e del pube. In questo caso il costo è ovviamente maggiore.